Motori tra passato e futuro per la 38esima edizione della mostra scambio C.A.M.E.R.

La 38esima edizione del C.A.M.E.R. Mostra Scambio si è dimostrata ancora una volta un successo, con oltre 36mila presenze registrate nel corso dei due giorni di esposizione. I 55mila metri quadrati a disposizione sono stati letteralmente occupati da oltre 1600 espositori che hanno affollato ogni angolo del quartiere fieristico reggiano. Il presidente del Camer, Maiko Rosati, si dichiara soddisfatto per l’affluenza di visitatori e per l’introduzione della biglietteria online, che ha permesso di evitare lunghe code alle casse.

Da tutta Italia e da ogni angolo del mondo sono giunti visitatori per ammirare il “Motor Valley Passato e Futuro” allestito dal Camer Club, in cui erano presenti pezzi unici al mondo e dal valore inestimabile come la mitica Auto Avio Costruzioni 815. Costruita in duplice copia da Enzo Ferrati nel 1940, è l’unico modello sopravvissuto, essendo l’altro uscito distrutto da una competizione sportiva. Sempre di Enzo Ferrari è stato possibile ammirare una Ferrari F40, ed uscendo dal territorio modenese, una Lamborghini Countach, una Maserati GT 3500,  una De Tomaso Pantera, una Bugatti EB 110, la prima Bugatti costruita a Campogalliano, una Pagani Huayra roadster ed una Dallara Stradale.

I pannelli esposti nel punto incontro, che illustrano ciascuno la foto del fondatore della casa automobilistica assieme ad alcune informazioni storiografiche, possono essere nuovamente ripercorsi all’interno della gallery del sito delle Fiere di Reggio Emilia e nell’omonima pagina Facebook. Tra questi, anche una fotografia di fine ‘800 che ritrae, in bianco e nero, la prima automobile in circolazione per le vie di Reggio Emilia, proveniente però da Milano.