Inaugurata la Mostra Scambio del Camer Club

Inaugurazione da brividi alla 37esima Mostra Scambio del Camer. Alla kermesse organizzata dal Club Auto e Moto d’Epoca al quartiere fieristico di Reggio Emilia. Cancelli presi d’assalto da migliaia di appassionati da tutta Europa sin dalle prime ore del mattino, migliaia di auto, moto, pezzi di ricambio, accessori e gadget d’epoca ad accogliere i visitatori. Ed il Punto Incontro, il salotto buono della manifestazione, inaugurato dai massimi esponenti della città reggiana. Il sindaco Luca Vecchi, che ha tagliato il nastro insieme a Giammaria Manghi, presidente della Provincia. Di fianco a loro, i vertici del Camer Club, rappresentati dal Presidente Maiko Rosati, il vicepresidente Giancarlo Professor Braglia, il segretario Filippo Curti, i responsabili della Mostra Scambio Enzo Simonazzi, Stefano Bianchini, Eugenio La Rosa. Vicino a loro, eccellenze mondiali in ambito motoristico. Una Ferrari Daytona del 1974, moto Triumph, Norton, BMW, Guzzi, Laverda degli anni ’70, una Porsche dello stesso decennio ed una Rolls Royce del 1971 realizzata in soli 30mila esemplari.

55mila metri quadrati di esposizione, oltre 1.600 espositori, più di 35mila visitatori nell’ultima edizione: la Mostra Scambio del Camer è senza dubbio una delle più importanti vetrine europee di auto e moto d’epoca, ma anche una fonte inesauribile e preziosissima di pezzi di ricambio, accessori, gadget di ogni settore. Una vera manna per gli appassionati, che si rivolgono al Camer nella loro incessante ricerca di pezzi rarissimi per le proprie auto e moto, oppure per far sistemare, o valutare, la vecchia auto del nonno o la moto del papà che si ritrovano ancora in garage.

La proposta sarà come al solito di grande interesse per una manifestazione che si è attestata tra le principali a livello italiano e internazionale. Il collezionista e amante del motorismo storico avrà la possibilità di trovare moto, auto, cicli, accessori e ricambi d’epoca, nell’ambito di una proposta di grande livello dove molteplici saranno le opportunità di scoprire ogni tipo di ricambio; dal settore motociclistico a quello automobilistico, per poi avere la possibilità di reperire libri, manuali e decalcomanie con la presenza dei massimi specialisti del settore, inoltre grande offerta di modellismo, in più gli oggetti di complemento: valigeria, caschi, targhe, gadget e tantissimo altro.

In esposizione: automobili, motociclette, ciclomotori, motori a rullo, trattori, insomma tutto quello che viaggia sulle ruote storiche.

Ma la Mostra Scambio del Camer è anche da qualche anno un interessante momento culturale per i semplici curiosi: grazie alla realizzazione del Punto Incontro, il Camer ha deciso di mettere in scena interessanti manifestazioni collaterali che hanno dato l’opportunità alla mostra di ospitare pezzi davvero rarissimi. Da alcuni anni, poi, il “salotto buono” del Camer è diventato un momento identitario della manifestazione, che ogni anno si rinnova all’insegna della qualità. E sarà così anche nel 2017, anno in cui il Camer Club ha deciso di celebrare le moto europee che hanno segnato gli anni ’70, decennio caratterizzato dal prepotente ingresso sul mercato delle marche giapponesi.

Quest’anno ci sarà una novità. A fianco del Punto Incontro sarà operativo, per tutta la durata della manifestazione, l’infopoint del Club in cui sarà possibile trovare tutte le notizie riguardanti i tour, le manifestazioni, gli appuntamenti del Camer già in agenda per l’anno 2017. L’infopoint sarà allestito all’interno di un mezzo d’epoca, un tipico bus double decker londinese originale del 1960 mai visto prima a questa kermesse!

Ma la Mostra Scambio non è solo per collezionisti o addetti ai lavori: anche solo per immergersi nella cultura dei motori d’epoca che fa battere il cuore di migliaia di soci del Camer, decine di migliaia di spettatori da tutto il mondo, ogni anno, attendono con ansia la Mostra Scambio di Reggio Emilia che mai li ha delusi nelle loro aspettative.